Col cipiglio rincorro

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Opera in Finale – Concorso Letterario 2019

 

 
 

A Franco Costabile

In questo algido brivido che dirama
e invade la carne e il vuoto, solingo
nei temi di vita, ampio nelle domande
ecco – a manciate – lo spazio ridotto
che percorro, con l’avanzo timoroso del passo
tra le macchie del cielo e le verruche della Sila
s’ode il saluto di chi sale e lascia lo spazio
per un domani propizio, lapidi di ricordi.
Le cicale del Lamato stuzzicano l’aria e
aulico e gretto è il canto arcaico di questa
Provincia che anelo, adesso che nel viaggio
completo – il tessuto urbano – indosso nolente.
Una corazza di sale nasconde il mio ieri,
galoppo tra istanti che con difficoltà dico miei.
Carco d´affanno percuoto l´età mia che m’ha visto
nell’esilio piombare; mentre non m´addomo,
con cipiglio rincorro il sonno di garofani¹.

¹ Titolo di una poesia di Franco Costabile.

Opera in finale

Condividi.

Autore

I commenti sono chiusi.

X