La fortuna del Greco

0

Un libro, una storia, le impressione di chi recensisce

Lo sguardo di Elisa Chiriano tra le righe ed oltre

La Fortuna Del Greco Rubrica Libri Calabria ContattoAntonio il Greco è un uomo fortunato. Forse perché è sopravvissuto alla fame, al bombardamento
di Napoli del 3 settembre 1943, allo scontro tra una truppa alleata e un manipolo di tedeschi in fuga
durante la Guerra, a una caduta di sette metri sul Monte San Pietro, a una faida sanguinosa e alle
follie di suo cugino, il Tòzzolo.

È fortunato probabilmente perché è tornato a casa, dopo innumerevoli vicende rocambolesche, o perché è riuscito a costruire una famiglia e anche -più o meno- una casa.

È fortunato perché è stato resistente alle avversità che, suo malgrado si sono avvicendate.

È tutto vero, ma la vera fortuna del Greco risiede anche in altro: in un mondo e in un tempo spietato e magico, sofferente e meraviglioso, contrastato e contrastante.

La fortuna, nel bene e nel male, è ciò che succede e basta! Antonio il Greco la fortuna, non solo ha imparato a conoscerla, ma ha dovuto conquistarla da zero, mattone su mattone.

Possiede uno spirito resistente e resiliente. Affronta le difficoltà con la tenacia di chi non ha nulla da perdere, perché nulla possiede.
È testimone di un luogo che non esiste più e di un tempo favoloso e arcaico, abitato da spiriti, streghe e briganti.

La violenza e la beffa coesistono, così come il senso dell’onore e l’omertà. Tutto
può succedere e anche il contrario di tutto. Ciò che conta veramente è sopravvivere e ognuno deve
farlo a modo suo.

La fortuna del Greco è quella che, chi vorrà, potrà trovare tra le righe e in un finale circolare che torna al punto in cui la storia è iniziata (o è finita). È tutto in una domanda, che lascia spazio aperto a ogni possibile risposta. Alla fortuna del Greco, però, sembra mancare qualcosa.

Forse è ciò che ha nascosto ottant’anni prima in montagna e che, ormai al crepuscolo,decide di andare a riprendersi. Forse sono tutte quelle vite che ha visto spezzarsi nel tempo.

Forse è proprio il tempo.

Vincenzo Reale, insegnante di Lingua italiana agli stranieri e autore di racconti e libretti d’opera, in questo romanzo d’esordio, pubblicato da Rubbettino edizioni, ha raccontato una storia che attinge a un passato familiare, eppure i temi che tratta sono universali.

Ha dato voce a chi non l’ha mai avuta, perché narrare vuol dire “salvare parole ed esistenze”.

Trasporta il lettore in un mondo antico e magico, in cui la realtà si fonde al potere immaginifico della parola. Si muove con estrema perizia tra diversi piani temporali, dando vita a personaggi significativi, che lasciano il segno. La vita scorre mentre va in scena la grande Storia del Novecento.

Qui la Calabria risuona con tutti i suoi dualismi e contrasti, violenze e faide, calamità naturali ed emigrazione, sacro e profano, realtà e magia, superstizione e storia, giudizi e pregiudizi.

Una terra che ha una doppia vita: una spezzata da eventi avversi e l’altra legata alla ricostruzione. Una sorta di moto perpetuo che fa della Calabria la regione del non-finito per antonomasia. È la storia del sud del mondo, che attinge al realismo magico, per cui tutto in realtà sembra vero e normale, come parlare e passeggiare con Santa Brigida, oppure vedere streghe aggirarsi nei boschi. Spiriti, demoni e santi stanno qui e abitano con gli uomini.

Suggeriscono la via da prendere e spesso sono nemici della volontà umana.
Sono entità che spiano la vita, che guardano con invidia le faccende umane.

Antonio e suo cugino, il Tòzzolo, sono giovani e spavaldi.  Vanno incontro alla vita, mentre la vita va loro “contro”.
La fortuna del Greco è un romanzo intimo e coraggioso, potente e delicato. È un romanzo da
scoprire, da leggere rileggendo più volte, per far luce sul non-detto e sul non-scritto, per
riappropriarsi degli spazi lasciati vuoti dalla vita che scorre, mentre si dipana e si ingarbuglia la
tragicommedia di una storia, che diventa vera nello stesso istante in cui è narrata.

Il libro

Titolo: La fortuna del Greco

Autore: Vincenzo Reale

Altre info: Rubbettino, 2023  collana: Velvet,  pp 172Italiano

Clicca qui per accedere agli altri articoli della rubrica Calabria Libri


Articoli Correlati per Calabria Libri

Come le rondini al cielo, di Doris Bellomusto


Calabria Contatto è un’Associazione no-profit. Ogni giorno selezioniamo le migliori news e le proponiamo ai nostri lettori in forma totalmente gratuita. Le nostre pagine sono una vetrina a disposizione di chiunque voglia promuovere la cultura, la storia, le tradizioni e le eccellenze di questa splendida ma sottovalutata regione. È un lavoro quotidiano che svolgiamo con passione e dedizione da diversi anni. Se pensi che tutto questo sia utile, se credi che la Calabria abbia bisogno di esser valorizzata, riconosciuta ed apprezzata, aiutaci sostenendo il nostro progetto. Un piccolo contributo manterrà gratuito il nostro sito web e darà voce alla Calabria.

Condividi.

Autore

Elisa ama l’Arte “allo stato puro”, in tutte le sue forme, manifestazioni e direzioni, soprattutto se “ostinate e contrarie”. Insegnante di Scuola primaria, si occupa di Laboratori di lettura, narrazione e Filosofia con i bambini. Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Messina, collabora con diverse Associazioni culturali su scala nazionale e internazionale. Si occupa della Rubrica di “Recensioni di Libri per ragazzi” su “Amica Sofia Magazine” ed. Rubbettino Collabora con l’Associazione Gutenberg Calabria, sezione Ragazzi (premio Andersen 2019). È membro della Giuria Premio Mario Lodi. Collabora con la libreria Ubik di Catanzaro in occasione di eventi di presentazione di libri e incontri con autori.

I commenti sono chiusi.