Giuseppe Nisticò Ars Artis 2022

0
Ciao, sono la tua Guida virtuale!
Dopo aver conseguito il Diploma presso l’Accademia delle Belle Arti di Firenze in Scultura, Giuseppe Nisticò ha continuato la propria formazione artistica presso l’Accademia di Carrara, dove si è specializzato nella lavorazione del marmo e nella tecnica di fonderia. La sua scultura parte da una rappresentazione plastica figurativa, fino alla deformazione di essa; attraverso una connotazione personale, un uso apotropaico, magico e rituale, Giuseppe Nisticò rivela la sua personale forma di linguaggio, dalla scultura a ogni mezzo plastico materico, offrendo all’occhio dello spettatore una chiave interpretativa di opere che attuano la metamorfosi evolutiva della materia. Si avvale di diverse partecipazioni ad eventi nazionali ed internazionali.

Tra le realizzazioni di opere pubbliche, mostre espositive e progetti collettivi, si menzionano: Creazione di un’opera scultorea dal tema “La Memoria del Corpo” nell’ambito del progetto “MOME Festival” terza edizione, giugno 2021 Simeri Crichi (C.Z.); “L’Orto di Calipso”, Residenza d’Artista (RC), aprile 2015; “Pinetum 01 farparte”, Villa Gaeta (AR), agosto 2014; “Salone di Firenze 2013” Fortezza da Basso, esposizione dell’opera “Stupore”, 2013; Colonia internazionale Portakalçiçegi Sanat Kolonisi, International Plastic Arts (Sapanja, Turchia), 2011; esposizione presso la Galleria Blossom Art Residence Orange di Ankara (Turchia) a cura di Gazanfer Bayram, 2011; Colonia internazionale a Prilep (Repubblica di Macedonia), 2011; esposizione presso la Galleria d’arte “Marko Cepenkov” Casa della Cultura, a cura di Dime Janeski, agosto 2007. Partecipa allo stage internazionale di scultura: “Omaggio a Michelangelo Buonarroti”, Fontana Liri (FR), 2007. Collettiva “Concretamente”, Palazzo Niccolai, Noto (Siracusa), 2008; Progetto CAM (Campus Archeologico Museale) “Il cantiere di argilla”, Castelvetrano (Trapani), 2008; Installazione collettiva “Naufraghi“, Museo di Selinunte; esposizione nella Torre Civica di Cisternino Brindisi, 2009; Esposizione del lavoro in pietra: “La colonna dei segni” (della croce) “La porta del tempo“; “Monumento a San paolo”, Damasco (Siria), 2008.

Le opere di Giuseppe Nisticò

Natura Bugiarda è una scultura che parte dal concetto di similitudine tra gli uomini e gli alberi: tronco eretto, braccia lunghe, dita affusolate, piedi saldi a terra. Nei miti, gli uomini sono talvolta trasformati in alberi o viceversa; come nella fiaba di pinocchio, un tronco prende vita e diventa umano. Il fruscio sospirante delle fronde e le lacrime resinose sembrano quasi umani e parlano di sopportazione, coinvolgimento e attaccamento. Così come l’uomo ha un’anima, anche gli alberi sembrano averla, e questa sorta di legame fa riflettere sulla vera natura dell’uomo ovvero sul risveglio della propria natura che molto spesso mente a sé tessa. Anche la scelta dei materiali non è casuale, ma apparente.

  • Natura bugiarda, scultura in tecnica mista (gesso armato, resina, bitume, paraffina, legno, lattice), cm 75x15x10.
Stemma Comune Tiriolo Calabria Contatto
Logo Tiriolo Antica Calabria Contatto
Scheria Cooperativa Tiriolo Calabria Contatto

Facebook: https://www.facebook.com/CalabriaContatto;
Facebook di Ars Artis: https://www.facebook.com/ArsArtisAdmin;
Instagram: https://www.instagram.com/calabriacontatto/?hl=it;
Twitter: https://twitter.com/calabriatweet;
Pinterest: https://www.pinterest.it/calabriacontatto/.