Terra di mare e di respiro

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Secondo Posto – Concorso Letterario 2019

 

 
 

Tu non sai quanto ho navigato
In questo eterno dondolio di smeraldo.
Eri la meta e io non sapevo dove andare.
Anelavo un profumo diverso,
una cantilena di popoli gemelli, ma pur sempre estranei al mio grido.

In questa luce gorgoglia il mio vanto.
Respiro unico al mio, questo dondolio di acque di cristallo.
In questo sole si specchia la mia ilarità oggi.
Riposo e saggezza mi appaiono all’orizzonte.
Ho appreso il prezzo di ogni scelta e di ogni decisione.
Questa à la terra di mare e di respiro,
di luci e di nenie cantate al sole di mezzanotte.

Il freddo più non mi consola,
il cuore è ora fermo a quella baia di corallo.
L’incanto è ormai svanito.
Rimane sulla soglia la Pazienza dei giorni lontani
Ad aspettare!

Opera in finale

Condividi.

Autore

I commenti sono chiusi.

X