Vicinanza e solidarietà per Alhagie Krubally

0

Il messaggio dell'Associazione Culturale Elicriso

Bisogna in altri termini partire dall’ingiustizia e dal nostro desiderio di combatterla, mobilitando sentimenti – come l’umanità e la generosità, la solidarietà sociale, la rettitudine e l’indignazione – che ci caratterizzano in quanto esseri umani. (Elena Pulcini)

Calabria Contatto è un’Associazione no-profit. Ogni giorno selezioniamo le migliori news e le proponiamo ai nostri lettori in forma totalmente gratuita. Le nostre pagine sono una vetrina a disposizione di chiunque voglia promuovere la cultura, la storia, le tradizioni e le eccellenze di questa splendida ma sottovalutata regione. È un lavoro quotidiano che svolgiamo con passione e dedizione da diversi anni. Se pensi che tutto questo sia utile, se credi che la Calabria abbia bisogno di esser valorizzata, riconosciuta ed apprezzata, aiutaci sostenendo il nostro progetto. Un piccolo contributo manterrà gratuito il nostro sito web e darà voce alla Calabria.


L’Associazione Culturale Elicriso – che opera nel comune di Badolato e nel territorio ionico-catanzarese, assieme ad una rete di cittadini e organizzazioni, in nome dell’integrazione e del contrasto alle disuguaglianze sociali; – esprime vicinanza e solidarietà all’amico gambiano Alhagie Krubally.

Oggi più che mai, le Istituzioni, le associazioni della società civile e i liberi cittadini sono chiamati a stringersi intorno alle persone fragili che per necessità vivono lontano dalle proprie famiglie e che rappresentano una ricchezza socio-culturale per l’intera collettività ospitante.
Badolato, da sempre riconosciuto a livello internazionale paese dell’accoglienza e comunità multietnica, si schiera contro ogni forma di violenza e prevaricazione e ribadisce con forza la propria vocazione filantropica. Non sarà una sparuta minoranza o un fatto isolato ad oscurare il lavoro, spesso silenzioso, di tante realtà virtuose che operano sul territorio in nome della fratellanza e della solidarietà sociale.

Ci sentiamo privilegiati e onorati di condividere le ricchezze e le mancanze di questo pezzo di Sud con i nostri fratelli gambiani, guineani, maliani, nigeriani, pakistani, camerunensi, senegalesi, curdi, marocchini, albanesi, rumeni, tunisini e con tutte le altre genti approdate a Badolato .

Loro, che più di noi calabresi, incarnano il concetto di resilienza.
Loro che fanno sì che Badolato sia Badolato.

Articoli Correlati

Badolato

Condividi.

Autore

I commenti sono chiusi.